Il Consiglio dell’Ue ha dato il via libera alla firma di tre accordi di vicinato nel settore del trasporto aereo – con l’Ucraina, l’Armenia e la Tunisia – e di un accordo sul trasporto aereo con il Qatar. Questi accordi apriranno il mercato del trasporto aereo, offrendo nuove opportunità sia ai consumatori che agli operatori e, grazie a una connettività più efficiente, promuoveranno il commercio, il turismo, gli investimenti e lo sviluppo economico e sociale.
In particolare, i tre accordi di vicinato elimineranno le restrizioni di mercato in relazione ai paesi del vicinato dell’UE e assoceranno al mercato interno dell’aviazione dell’UE i paesi coinvolti, i quali adotteranno e attueranno le norme dell’UE in materia di aviazione.

L’accordo con il Qatar, invece, aprirà il mercato in egual modo con tutti i 27 Stati membri, aggiornando le regole e le norme attualmente in vigore per i voli tra il Qatar e l’UE. Si tratta del primo accordo di questo tipo tra l’UE e un paese del Golfo.
Tutti e quattro gli accordi – assicura il Consiglio – contengono solide clausole in materia ambientale, sociale e di concorrenza leale, con efficaci meccanismi di esecuzione per evitare distorsioni di concorrenza o altri abusi.
Le decisioni su Ucraina, Armenia e Qatar consentono l’applicazione dell’accordo a titolo provvisorio, in attesa che siano espletate le procedure necessarie per la sua entrata in vigore.
I quattro accordi dovrebbero essere firmati nell’autunno del 2021 e ciascuno di essi dovrà poi essere ratificato da ogni Stato membro, dall’Unione e dall’altra parte.