Vivo da sempre con passione la scena politica cittadina e nonostante le possibilità, ho sempre scelto di rimanere a Cosenza perché essa è parte di me, delle mie passioni, dei miei affetti più cari.
Cosenza negli ultimi anni è cambiata radicalmente, è stata lanciata per diventare sempre più una città europea, tuttavia c’è tanto ancora da fare.

Ho scelto di candidarmi nella lista civica “Noi con L’Italia ” a sostegno di Franco Pichierri, perché credo nelle sue potenzialità e nel suo progetto politico.
Sono del parere che un buon amministratore debba lavorare con onestà e trasparenza, tenendo ben presente le esigenze del singolo cittadino, snellendo l’apparato burocratico, creando nuove prospettive di lavoro e lavorando su proposte concrete diminuendo infine le disuguaglianze sociali tra le persone e il divario tra centro abitato e periferie da tempo ormai abbandonate, ed è per questi motivi che ho scelto Franco Pichierri, perché chi meglio della sua figura può rispondere a tutte queste esigenze.

Io sono un giovane con le “mani libere” e ho scelto di candidarmi con colui che ritengo il miglior candidato a Sindaco di questa tornata elettorale senza badare a dietrologie da “ carro del vincitore”, come chi segue logiche che appartengono alla vecchia politica. Chi fa parte della squadra di Franco Pichierri sono donne e uomini scelti attentamente, con una storia alle spalle di presenza sul territorio costante. C’è chi usa le elezioni amministrative per altre velleità, questo non possiamo negarlo. Io vorrei essere eletto per essere il rappresentante della mia gente e seguire la strada maestra della partecipazione attiva alla “res publica”, altri preferiscono le candidature di palazzo, passando da destra a sinistra senza alcun criterio, candidando figli, moglie e nipoti perché il loro nome ormai rappresenta il passato. “C’è persino chi ha osato buttare nel mucchio la figura storica ed intoccabile di Giacomo Mancini, non si sa bene con quale obiettivo elettorale”. Così, mi candido perché amo Cosenza: Cosenza è la mia città, la città in cui vivo, lavoro e per cui mi impegno a 360° da quando sono ragazzo:, nello sport, in politica, nel sociale, in questo anno e mezzo così duro per la nostra realtà.

Fabio Infelise