Richard Gere contro Matteo Salvini. Il divo di Hollywood contro il leader della Lega nel processo Open Arms a Palermo. A rivelarlo è lo stesso Salvini. “Lo conosco come attore, ma non capisco che tipo di lezione possa venire a dare a me, alle italiane agli italiani sulle nostre regole e le nostre leggi” ha detto.

“Se qualcuno pensa di trasformare il processo in uno spettacolo e vuole vedersi Richard Gere va al cinema, non in tribunale” ha poi aggiunto Salvini. Ironizzando: “Allora noi convochiamo Checco Zalone o Lino Banfi!”.

“Matteo Salvini ha la stessa mentalità del presidente Trump, infatti io lo chiamo baby Trump. Usa la stessa ignoranza in senso radicale, fanno leva su paura e odio.” Così nel 2019 l’attore parlava del leader della Lega riferendosi all’emergenza migranti, dopo essere salito essere salito a bordo della Open Arms. Da ricordare che la star è da sempre impegnata in attività di volontariato e ha più volte criticato l’operato dell’ex presidente Usa sul modo di gestire la politica in relazione ai migranti. E, così ha fatto anche nei confronti dell’ex leader leghista. Che dovrà ascoltare e in silenzio le parole di Gere che durante il processo catalizzerà l’attenzione su di lui. Mentre Salvini ancora una volta dovrà subire.

Francesco Occitani