L’amore per gli animali va oltre cane e gatti. Sono tante le persone che hanno deciso di acquistare un volatile. Non solo canarini, cardellini. Ma specialmente pappagalli. Casininstanews con “4Domande A….” ha deciso di intervistare uno tra gli allevatori di parrocchetti dal collari più esperti. Giovanni Conti, oltre che amante dei pappagalli, pure pilota dell’aviazione.

Come nasce la passione di allevare i parrocchetti dal collare, una particolare specie di pappagallo molto particolare? Deve essere notevole l’amore per questi animali

Io e mia moglie abbiamo sempre avuto animali, io sono un amante della genetica, della statistica. Mi piace creare o tentare di creare animali belli, cercando di sfruttare le conoscenze, l’esperienza, l’intuito, la fortuna. Anche i miei figli condividono questa passione, viviamo con volatili liberi in casa, per noi tutti sono uguali ed li trattiamo in uguale misura indipendentemente dal loro valore di mercato.

Tra lavoro nella aviazione e la famiglia, quanto tempo dedichi giornalmente ai volatili?

Non lo posso quantificare perché noi viviamo con loro. Giusto per dare una misura che ho stimato ma non riguarda me, per gestire in modo sufficiente bisognerebbe spendere circa 2 ore al giorno per gestire una decina di coppie di volatili.

Cosa consigli a chi per la prima volta chiede di acquistare o allevare un pappagallo?

Leggere, leggere, leggere, reperire prima tutte le informazioni possibili.  Poi la domanda da porsi è: cosa voglio dal pappagallo e cosa posso dare io all’animale? Non bisogna seguire le mode. Sono esseri viventi e la loro vita dipende da noi. Insomma, abbiamo un dovere morale quando prendiamo delle decisioni.

Infine a quanto può ammontare la spesa più alta per l’acquisto di un parrocchetto dal collare?

I parrocchetti sono pappagalli strani, il loro prezzo parte da 80 euro e può superare i 10000 euro visto le loro moltitudine di mutazioni e combinazioni. Infine, non ti annoi mai nell’allevarli, hai sempre un obiettivo da inseguire da raggiungere.

Francesco Gro