Ex agente di polizia, 61 anni, prende il posto di Bill De Blasio. Sarà il sindaco numero 110 della Grande Mela. Al centro della sua campagna elettorale il tema della sicurezza. Nel suo primo discorso da sindaco ha detto: “I newyorkesi hanno scelto uno di loro. Io sono te”

Il democratico Eric Adams è il nuovo sindaco di New York. Ex agente di polizia, 61 anni, prende il posto di Bill De Blasio e ha avuto la meglio sullo sfidante repubblicano Curtis Sliwa, fondatore dei Guardian Angels. Sarà il sindaco numero 110 della Grande Mela, il secondo sindaco afroamericano della città più grande degli Stati Uniti dopo David Dinkins, che ha guidato New York dal 1990 al 1993. In campagna elettorale ha insistito sulla sicurezza come elemento prioritario. Ricordando di essere cresciuto in una famiglia della classe operaia, nel suo primo discorso da sindaco Adams ha detto “stasera i newyorkesi hanno scelto uno di loro. Io sono te”. Facendo appello all’unità, ha chiesto di ”indossare una sola maglia, Team New York”. Durante un evento al New York Marriott, ha promesso: ”stanotte non è solo una vittoria sulle avversità, è una rivendicazione di fede. E’ la prova che chi è stato dimenticato può essere il futuro”.

La sua storia

Nato a Brownsville, Brooklyn, nel 1960, durante la sua campagna elettorale ha fatto più volte riferimento alla sua educazione povera. Ha deciso di unirsi al dipartimento di polizia di New York City nel tentativo di cambiare la forza dall’interno, ha detto Adams, dopo essere stato picchiato dagli agenti quando aveva 15 anni. Adams è entrato in polizia nel 1984 ed è diventato capitano prima di rinunciare alla divisa nel 2006 per candidarsi, con successo, al senato di New York. Nel 2013 è stato eletto presidente del distretto di Brooklyn