Autogol di Amber Heard nel processo per diffamazione contro Johnny Depp. A testimoniare attraverso Skype è stata Kate Moss che ha difeso l’ex fidanzato. Non mi ha mai spinto, preso a calci o buttato giù dalle scale”.

Così Kate Moss nella sua deposizione. La top model, apparsa in diretta video dal Gloucestershire in Inghilterra, ha avuto una relazione con Depp negli anni Novanta (tra il 1994 e il 1997). Era stata Amber Heard a tirare in ballo Kate Moss. L’attrice di Aquaman, nel corso della sua testimonianza del 5 maggio scorso, aveva raccontato di un diverbio avuto con Depp nel marzo 2015 in cui ha preso a pugni in faccia l’attore per paura che questi spingesse sua sorella Whitney giù da una scala. In quel momento Heard avrebbe pensato a Kate Moss perché aveva sentito dire che quando Depp e Moss stavano insieme, l’attore avrebbe spinto la modella giù dalle scale. Stavamo uscendo dalla stanza e Johnny era uscito prima di me – ha raccontato la super modella – C’era stato un temporale e sono scivolata giù per le scale. Mi feci male alla schiena. Ho urlato perché non sapevo cosa fosse successo e mi faceva male”. Moss ha aggiunto che Depp è tornato di corsa indietro per aiutarla, “mi ha portato nella mia stanza e poi mi ha fatto vedere da un medico”. E quando il team di Depp le ha chiesto se lui l’avesse mai spinta giù dalle scale, ha risposto: “No, non mi ha mai spinto, preso a calci o buttato giù dalle scale”.